giovedì, febbraio 03, 2011

da non perdere

Il Post ha deciso di pubblicare in quindici puntate il saggio di Enrico Brizzi, La vita quotidiana ai tempi di Berlusconi. Da non perdere. E lasciatevelo ripetere: da non per-de-re!



"Quando il Silvio, raccontatore di miracoli impareggiabile, si affacciò sulla scena politica, ancora si ripeteva in giro che la televisione era lo specchio della società. Era un’interpretazione ormai inadeguata: presto la società italiana sarebbe entrata dentro quello strano specchio, tutta intera come Alice e, come lei, sarebbe partita per il viaggio più colorato e spaventoso della propria Storia"

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Cosa mi dici della televisione britannica?
E della "page 3" dei tabloids britannici?
E del linguaggio che viene usato in TV dopo le nove di sera nelle trasmissioni di intrattenimento di questo socialmente avanzatissimo paese dove le donne sono all'avanguardia in tutto, ma prendono ancora salari piu' bassi?

El Marqués ha detto...

Ciao: non vedo la relazione col post comunque procedo.

La verità è che non m 'intendo di telespazzatura britannica piuttosto ho rovistato in quella spagnola, francese ed italiana.

La telespazzatura esercita nei miei confronti (e nei confronti di molti altri credo) una strana sensazione: mi ripugna ma al contempo mi attira. E' l'effetto della melassa televisiva.